Colazione con gusto

Quanto mi piacciono le cifre (lettere e iniziali ricamate a mano) ve l’ho detto più volte e ne ho raccontato QUI e QUI . Ho eseguito anche lavori importanti come questo: LINK per Irene che ha deciso di fare un dono speciale ad una sua amica, con cifre ricamate in filo di seta su due preziosi foulard di seta. Come spesso faccio tra un lavoro ed un altro, metto mano alla riserva di stoffe e fili e così ho fatto questa volta, per realizzare due piccole tovagliette da colazione personalizzate.

Ecco il Materiale utilizzato:

Misure 37cm x 37 cm

Filo da ricamo DMC color giallo, arancio e verde

Tela Aida color bianco

 

 

Annunci

La lana per custodire e proteggere

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sarà che è inverno ma a me in questo periodo lavorare la lana mi piace molto. Questo è quello che ho realizzato per un’amica che cercava un pezzo unico per proteggere il suo macbook da lavoro e distinguersi nelle riunioni e dare una nota di colore alle giornate in ufficio. Ho usato della lana (50% lana e 50% acrilico) di colore blu scuro, con dei ferri n.5 ho lavorato una tessitura liscia. Il ricamo della mela rossa è stato realizzato a punto maglia. Per evitare che la lana a contatto con il computer potesse dare qualche problema ho foderato il lavoro con un cotone bianco a fiori blu scuro. Ho cucito tutto insieme ed ho rifinito con una cerniera color metallo abbinata al notebook. Ultimo dettaglio: ho utilizzato un pezzetto della stessa stoffa a fiorellini per creare l’aggancio della cerniera.

Misure (considerate che la fodera bisogna farla precisa, la lana si adatta agli spessori) :

Altezza: 3 cm
Larghezza: 33,5 cm
Profondità: 23 cm

La coperta di lana

 

Una volta si usava raccogliere tutti i filati di lana che erano avanzati da altre lavorazioni e ci si faceva una mattonella ad uncinetto, un pò a punto alto ed un pò a punto basso. Alla fine le si cuciva tutte insieme e si realizzava una bella coperta di lana. Per dare uniformità e armonia alle tinte usate, si legavano le mattonelle con un punto basso fatto con lana di color nero. Cosi si creava un fondo ai mille colori.


Queste coperte mi sono sempre piaciute e quindi ho deciso di realizzarne una ma non con gli avanzi di lana, piuttosto ho comprato della lana gatto di varie tonalità di verde ed ecco il risultato! La lavorazione è durata circa un anno, ma non a tempo pieno. Diciamo che è stata una lavorazione che ho fatto nei ritagli di tempo. Il risultato ha sorpreso anche me.
Per mantenere la coperta di lana come nuova ogni tanto la metto sul terrazzo all’aria aperta soprattutto nelle giornate umide, in modo che la lana assorba l’umidità e la rilasci una volta riportata nell’ambiente caldo. In questo modo mantiene volume e lucentezza.
Le coperte sono sempre state fonte di confort e calore, sono un meraviglioso e versatile accessorio, in questo caso è pensata per fare da copriletto, se la realizzate in dimensioni più ridotte può essere un veri pezzo d’arte da tenere sul divano.

Cifre su seta per un regalo personalizzato

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Grazie al mio blog mi arrivano molte richieste di consigli e la cosa più bella è che dietro ogni domanda c’è una persona con la sua storia. In questo caso quella di Irene che voleva rendere personale un regalo speciale per una persona cara. Vi assicuro che le sue parole sono state davvero toccanti. E’ bello leggere che c’è ancora chi dà un grosso valore (…e non in senso economico) al dono.

Cosa mi ha chiesto di fare? Aveva scelto con molta cura due bellissimi foulard in seta, uno firmato Gucci e uno Salvatore Ferragamo. Due pezzi già molto preziosi, stampati in colori vivaci e con fantasie floreali estremamente delicate. Per renderli unici mi ha chiesto di ricamare le cifre del nome della persona a cui sarebbero arrivati in regalo. Ho scelto un delicato filato in seta in colori chiari ed ho eseguito un punto catenella. Ovviamente è stato necessario fare uno schizzo su carta di ogni cifra e poi riportarlo delicatamente sulla seta. Un lavoro abbastanza certosino e da eseguire con attenzione perchè ricamare seta su seta richiede una straordinaria attenzione.  Con questo post condivido con voi che mi seguite alcune foto del lavoro che ho fatto per lei e la ringrazio per aver avuto fiducia in me e so che il regalo è stato molto apprezzato.

Piccoli materiali, piccoli lavori, grande soddisfazione

Ci sono dei momenti, tra un lavoro importante ed un altro che metto mano alla borsa degli ‘scarti’. Un grande cesto in cui accumulo spezzoni di filo, pezzi di stoffa e altri materiali che uso per le mie lavorazioni. Quando ho un momento libero, magari in attesa di cominciare una parure per culla per due splendidi bimbi, come in questo momento, cerco di ricavarne qualcosa di buono ed in poco tempo.

Cosi questa settimana ho trovato un pezzetto di puro lino Bellora, che ho usato per una tovaglia da tavola e ci ho disegnato sopra un bel fiore, usando un disegno decalcabile, guardate qui:

IMG_4315

 

Ho scelto i colori da utilizzare: verde e rosa in varie sfumature, poi un pò di giallo. Ho deciso di impiegare il punto erba, abbastanza semplice e veloce.

IMG_4316

 

A lavoro finito ho preso una cornice che avevo acquistato un pò di tempo fa, in tinta con il lino bianco e voilà! Non vi sembra una bella idea per recuperare materiale e magari preparare un bel regalo di Compleanno o per un’altra occasione?

IMG_4318

 

Sempre nella stessa busta ho trovato anche un filato di colore verde che avevo utilizzato per rifinire una tovaglia da tavola. L’ho utilizzato per realizzare ad uncinetto un piccolo coprivassoio. Che aspettate? Prendete anche voi la vostra busta in cui accumulate i resti delle lavorazioni e fatene un piccolo pezzo per la casa.

IMG_4328

Alfabeto per tutti i gusti

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Per quattro soldi l’Abbecedario lo prendo io”, gridò un rivenditore di panni usati, che s’era trovato presente alla conversazione.
E il libro fu venduto lì sui due piedi. E pensare che quel pover’uomo di Geppetto era rimasto a casa, a tremare dal freddo in maniche di camicia, per comprare l’Abbecedario al figliuolo!

C. Collodi – Le Avventure di Pinocchio

 

In questi giorni è ricominciata la scuola per tanti bambini e ragazzi. Mi piace fare un augurio di buon anno scolastico a tutti quelli che a scuola lavorano e si impegnano per un Paese migliore. Lo faccio con questo articolo e con delle immagini di un lavoro che sto realizzando a punto croce: un abbecedario da incorniciare. Ricamare le cifre lo trovo molto affascinante, si possono scegliere moltissimi modelli e disegni, si possono personalizzare le iniziali su capi di biancheria intima o su altri pezzi per la casa. Un tempo personalizzare i propri capi con le iniziali del proprio nome era una necessità. Infatti il bucato veniva lavato ai lavatoi comunali o finanche ai bordi dei fiumi che attraversavano i piccoli borghi. Quindi per riconoscerlo si ricamava con un filato di colore rosso oppure blu l’iniziale del proprio nome. Oggi è una scelta di stile. Esistono anche tanti libri a riguardo. Ve ne consiglio uno che potete ordinare a questo LINK frutto del lavoro dell’associazione culturale Reggio Ricama.

Qui sotto invece trovate una selezione fatta da me e che potete scaricare e realizzare. Mi raccomando, inviatemi le foto!

Da scaricare e ricamare:

classico

completo

floreale

floreale2

giungla

kids

lettera s

marino

marino2

natalizio

romantico

scolastico

semplice