Piccoli materiali, piccoli lavori, grande soddisfazione

Ci sono dei momenti, tra un lavoro importante ed un altro che metto mano alla borsa degli ‘scarti’. Un grande cesto in cui accumulo spezzoni di filo, pezzi di stoffa e altri materiali che uso per le mie lavorazioni. Quando ho un momento libero, magari in attesa di cominciare una parure per culla per due splendidi bimbi, come in questo momento, cerco di ricavarne qualcosa di buono ed in poco tempo.

Cosi questa settimana ho trovato un pezzetto di puro lino Bellora, che ho usato per una tovaglia da tavola e ci ho disegnato sopra un bel fiore, usando un disegno decalcabile, guardate qui:

IMG_4315

 

Ho scelto i colori da utilizzare: verde e rosa in varie sfumature, poi un pò di giallo. Ho deciso di impiegare il punto erba, abbastanza semplice e veloce.

IMG_4316

 

A lavoro finito ho preso una cornice che avevo acquistato un pò di tempo fa, in tinta con il lino bianco e voilà! Non vi sembra una bella idea per recuperare materiale e magari preparare un bel regalo di Compleanno o per un’altra occasione?

IMG_4318

 

Sempre nella stessa busta ho trovato anche un filato di colore verde che avevo utilizzato per rifinire una tovaglia da tavola. L’ho utilizzato per realizzare ad uncinetto un piccolo coprivassoio. Che aspettate? Prendete anche voi la vostra busta in cui accumulate i resti delle lavorazioni e fatene un piccolo pezzo per la casa.

IMG_4328

Annunci

Alfabeto per tutti i gusti

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Per quattro soldi l’Abbecedario lo prendo io”, gridò un rivenditore di panni usati, che s’era trovato presente alla conversazione.
E il libro fu venduto lì sui due piedi. E pensare che quel pover’uomo di Geppetto era rimasto a casa, a tremare dal freddo in maniche di camicia, per comprare l’Abbecedario al figliuolo!

C. Collodi – Le Avventure di Pinocchio

 

In questi giorni è ricominciata la scuola per tanti bambini e ragazzi. Mi piace fare un augurio di buon anno scolastico a tutti quelli che a scuola lavorano e si impegnano per un Paese migliore. Lo faccio con questo articolo e con delle immagini di un lavoro che sto realizzando a punto croce: un abbecedario da incorniciare. Ricamare le cifre lo trovo molto affascinante, si possono scegliere moltissimi modelli e disegni, si possono personalizzare le iniziali su capi di biancheria intima o su altri pezzi per la casa. Un tempo personalizzare i propri capi con le iniziali del proprio nome era una necessità. Infatti il bucato veniva lavato ai lavatoi comunali o finanche ai bordi dei fiumi che attraversavano i piccoli borghi. Quindi per riconoscerlo si ricamava con un filato di colore rosso oppure blu l’iniziale del proprio nome. Oggi è una scelta di stile. Esistono anche tanti libri a riguardo. Ve ne consiglio uno che potete ordinare a questo LINK frutto del lavoro dell’associazione culturale Reggio Ricama.

Qui sotto invece trovate una selezione fatta da me e che potete scaricare e realizzare. Mi raccomando, inviatemi le foto!

Da scaricare e ricamare:

classico

completo

floreale

floreale2

giungla

kids

lettera s

marino

marino2

natalizio

romantico

scolastico

semplice

 

Fili in Trama un evento per il ricamo su tulle e non solo

programma fili in trama

L’autunno in arrivo è anche il periodo in cui ci sono tante iniziative che servono a valorizzare e salvaguardare le antiche arti del merletto e del ricamo e a me queste iniziative piacciono tanto! Ecco perchè dall’anno scorso ho inserito su questo mio blog una sezione dedicata agli eventi che mi piace segnalare anche quando non riesco ad andarci di persona (trovate tutto in questa pagina LINK) Così oggi vi invito a programmare un bel viaggetto in Umbria. In provincia di Perugia c’è un  pittoresco paese medievale, abbarbicato in cima ad una Collina, Panicale. Questo posto è noto per il ricamo su tulle che porta proprio il nome del borgo. Il 20 e il 21 settembre prossimi si tiene qui la mostra mercato internazionale del merletto e del ricamo chiamata Fili in Trama. E’ una preziosa occasione per osservare e apprendere le più varie tecniche di ricamo e per entrare in contatto con altre persone che condividono questa passione. Ci saranno scuole provenienti da tutto il mondo che organizzeranno corsi e dimostrazioni completamente gratuiti. L’altra cosa da notare è che questo evento premia la creatività e la bravura con il concorso internazionale per l’arte del ricamo “Castello di Panicale – premio Anita Belleschi Grifoni”. Durante la manifestazione sarà annunciato il tema di quest’anno e per chi non parteciperà di persona lo si potrà scoprire sulla pagina facebook dell’evento.

Che facciamo, andiamo?

Pagina facebook della manifestazione